Tempo

“Ciao, so chi sei e cosa sei venuta a fare”

Ciao, si, sono qui per voi”

” Sei venuta per portarla via?”

Non ancora,son venuta per darti tempo. 

Tempo per ricordare. 

“Per ricordare cosa?” 

Per ricordare il rumore dei pedali quando al mattino ti portava all’asilo in bicicletta, seduta sul retro della Graziella, col tuo grembiulino bianco e il cestino in mano, i capelli raccolti in due codini e la faccia imbronciata. O le canzoni  che ti cantava in auto mentre ti portava alla scuola di danza, in quei lunghi tragitti nel buio della sera o nella fitta nebbia autunnale. Sempre le stesse che ormai conoscevi a memoria, ma che ogni volta le chiedevi di ripetere. 

 Son qui per ricordarti il sapore del pane imburrato che ti preparava a colazione in quelle fredde mattine prima di andare a scuola in cui tu assonnata facevi tutto di corsa perché ti eri attardata nel letto  per goderti l’ultimo calore delle coperte. 

E che dire del profumo della marmellata di more che invadeva la cucina in quei pomeriggi settembrini, in cui facevi i compiti e lei col grande cucchiaio di legno rimestava per ore nella casseruola e tu golosa cercavi di assaggiarne un po’ ancora calda e fumante?”

E il pigiama adagiato sul calorifero affinché fosse caldo al momento di indossarlo? Si , è vero, me lo ricordo tutto questo, vivido come se fosse ieri, e che bel senso di CASA che aveva!”
“Visto? Ogni tanto fa bene ricordare. Sarebbe da fare spesso, ricordare le cose belle tralasciando rabbia e rancore. Perché fa bene a tutti e ti rimette in pace.” E ricorda che se ora tu stessa poni queste attenzioni verso le persone che ami è perché lei te le ha trasmesse ed insegnate.”

“Grazie per questo tempo!”

“Voi esseri umani sprecate molto del vostro tempo in cose assolutamente inutili, o ne dedicate troppo a ciò che ne richiederebbe   meno.

Quanto prezioso diventa il tempo quando sai che sta per scadere? E quanto poco spazio lasci alle cose sterili per darne a quelle belle  e piacevoli? 

Una risata, un gioco, una gita fatta insieme, un viaggio, un progetto.”

” Si, nella vita ci portiamo dietro dei bagagli pesanti  che a un certo punto dovremmo lasciare per strada, e più alleggeriti proseguire con maggiore serenità e consapevolezza. Alla fine del viaggio vorrei che fossero più le cose belle di quelle brutte a pesare sul piatto della mia bilancia, e non voglio zavorre a frenare il mio cammino.”

” Bene, ora che hai capito vai e non sprecare tempo…..è questo che sono venuta a dirti”


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...